CHI SIAMO

Search
Close this search box.

SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO

Quando

Dal 21 al 27 novembre prende il via la prima Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, evento destinato a promuovere e difendere il valore del Made in Italy agroalimentare all’estero.

L’iniziativa è stata presentata a Villa Madama lo scorso 26 ottobre, alla presenza dei Ministri Martina e Gentiloni e di altre numerose personalità.

Il programma

prevede 1300 eventi in 105 Paesi del mondo. Oltre 170 le conferenze, gli incontri con gli chef e i dibattiti sulla tradizione culinaria italiana. A questi si aggiungono 150 show cooking e master class e un centinaio di eventi promozionali in collaborazione con ristoranti italiani locali e importanti fiere.

Le finalità

Alla scoperta dei sapori italiani più autentici e di qualità è dedicato ampio spazio con più di 300 appuntamenti, senza dimenticare concorsi, premiazioni, seminari, proiezioni, rappresentazioni teatrali e mostre dove il design, l’arte e la fotografia fanno loro il tema della cucina traducendolo in declinazioni creative originali.

Numerosi gli obiettivi: tra i principali quello di far conoscere e dare visibilità alle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane e in particolare ai prodotti di qualità certificata.

La manifestazione è una nuova occasione per evidenziare – anche nell’ambito della cucina italiana – il saper fare italiano e per continuare a diffondere i valori unici della Dieta Mediterranea. Un momento da sfruttare per presentare l’offerta della ristorazione italiana di qualità e per promuovere i percorsi del gusto in Italia.

Leghiamo il grande tema della cucina a quello del lavoro dei nostri produttori, un tratto distintivo – sottolinea il Ministro Martina – che rende il modello Italia unico nel mondo. Perché quando raccontiamo un piatto, raccontiamo anche la storia di chi lo ha realizzato, di un territorio, della qualità delle materie prime.

Le parole del Ministro Martina trovano esatta corrispondenza nei valori espressi dal Palato Italiano, club di gourmet dove esperienze esclusive incontrano sapori italiani d’eccellenza. Lo conferma anche il suo chef Filippo Sinisgalli, membro del consiglio direttivo di Euro-Toques Italia e presente il 26 ottobre scorso.

Le meticolose valutazioni che l’azienda fa di ogni produttore passano attraverso la conoscenza diretta e conducono alla selezione di prodotti solo dopo esser stati messi alla prova nella cucina dello chef. Superato il test, le eccellenze selezionate sono condivise con i clienti entrando a far parte dei menu quotidiani del Palato Italiano.

Da quel momento ogni prodotto è impiegato e promosso nelle diverse attività e iniziative, sia sul territorio nazionale ma soprattutto all’estero, dove è sempre più in crescita la passione per la cucina italiana di qualità e la cultura agroalimentare.

SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO

Quando

Dal 21 al 27 novembre prende il via la prima Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, evento destinato a promuovere e difendere il valore del Made in Italy agroalimentare all’estero.

L’iniziativa è stata presentata a Villa Madama lo scorso 26 ottobre, alla presenza dei Ministri Martina e Gentiloni e di altre numerose personalità.

Il programma

prevede 1300 eventi in 105 Paesi del mondo. Oltre 170 le conferenze, gli incontri con gli chef e i dibattiti sulla tradizione culinaria italiana. A questi si aggiungono 150 show cooking e master class e un centinaio di eventi promozionali in collaborazione con ristoranti italiani locali e importanti fiere.

Le finalità

Alla scoperta dei sapori italiani più autentici e di qualità è dedicato ampio spazio con più di 300 appuntamenti, senza dimenticare concorsi, premiazioni, seminari, proiezioni, rappresentazioni teatrali e mostre dove il design, l’arte e la fotografia fanno loro il tema della cucina traducendolo in declinazioni creative originali.

Numerosi gli obiettivi: tra i principali quello di far conoscere e dare visibilità alle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane e in particolare ai prodotti di qualità certificata.

La manifestazione è una nuova occasione per evidenziare – anche nell’ambito della cucina italiana – il saper fare italiano e per continuare a diffondere i valori unici della Dieta Mediterranea. Un momento da sfruttare per presentare l’offerta della ristorazione italiana di qualità e per promuovere i percorsi del gusto in Italia.

Leghiamo il grande tema della cucina a quello del lavoro dei nostri produttori, un tratto distintivo – sottolinea il Ministro Martina – che rende il modello Italia unico nel mondo. Perché quando raccontiamo un piatto, raccontiamo anche la storia di chi lo ha realizzato, di un territorio, della qualità delle materie prime.

Le parole del Ministro Martina trovano esatta corrispondenza nei valori espressi dal Palato Italiano, club di gourmet dove esperienze esclusive incontrano sapori italiani d’eccellenza. Lo conferma anche il suo chef Filippo Sinisgalli, membro del consiglio direttivo di Euro-Toques Italia e presente il 26 ottobre scorso.

Le meticolose valutazioni che l’azienda fa di ogni produttore passano attraverso la conoscenza diretta e conducono alla selezione di prodotti solo dopo esser stati messi alla prova nella cucina dello chef. Superato il test, le eccellenze selezionate sono condivise con i clienti entrando a far parte dei menu quotidiani del Palato Italiano.

Da quel momento ogni prodotto è impiegato e promosso nelle diverse attività e iniziative, sia sul territorio nazionale ma soprattutto all’estero, dove è sempre più in crescita la passione per la cucina italiana di qualità e la cultura agroalimentare.