CHI SIAMO

SALONE DEL GUSTO TORINO 2016

A Torino dal 22 al 26 settembre si tiene la nuova edizione di Terra Madre Salone del Gusto, targata Slow Food, uno dei più importanti appuntamenti internazionali dedicati alla cultura del cibo.

g190_home_sito_160428_ita

I 20 anni

Un’edizione particolare quella del Salone del Gusto 2016, in quanto si festeggiano i 20 anni dalla nascita della manifestazione ma anche i 30 anni di attività di SlowFood in Italia: per questi motivi quest’anno l’evento è aperto gratuitamente al pubblico e non ha più sede fissa al Lingotto ma coinvolge tutto il capoluogo piemontese con tanti appuntamenti, dal cibo al buon bere, che animeranno la città.

Per l’edizione 2016,

che vede la partecipazione di migliaia di espositori provenienti dai cinque continenti, è stato scelto un tema principale che riguarderà la Terra e prende infatti il titolo di “Voler bene alla terra”. Significa curarla, coltivarla, nel rispetto dell’ambiente. Significa essere produttori di un cibo sano, buono ma anche giusto perché generato nel rispetto delle persone e del futuro del pianeta.

Programma

Il programma è ricco di eventi enogastronomici, ma anche di proiezioni sul tema, conferenze ed incontri sul mondo dell’alimentazione. Previsti anche vari corsi di cucina, laboratori e la possibilità di assaggiare i prodotti locali e quelli delle cucine internazionali.

Due i punti focali di questa edizione del Salone del Gusto 2016: l’orto, primo e più semplice modo per amare la terra e produrre buoni frutti, e il vino: saranno infatti circa 900 le etichette che potranno essere degustate nella manifestazione.

Al grande mercato, allestito in ogni zona della città, prendono parte ben 800 espositori da 100 Paesi. Sono 180 i Presìdi Slow Food d’Italia e 150 quelli internazionali, con circa 900 etichette proposte in degustazione dall’Enoteca.

Per le vie del centro di Torino si trovano, invece, i vari laboratori del gusto dedicati al vino, alle regioni italiane, ai prodotti della terra e molto altro ancora.

Luoghi

Il cuore nevralgico dell’evento è il Parco del Valentino e il suo borgo medievale, che ospita i forum, il mercato e gli eventi per i più piccoli curati da Slow Food Educazione.

 
A Palazzo Reale

si parla di vini mentre

al teatro Carignano (sede anche delle conferenze) è protagonista il caffè.

Il Museo del risparmio ospita alcuni appuntamenti per bambini e famiglie per approfondire l’aspetto economico del cibo e capire come evitare gli sprechi. Al Circolo dei Lettori si possono approfondire alcune tematiche con i laboratori del gusto dedicati a prodotti più o meno esotici, dalla carne di canguro ai peperoncini.

Piazzale Valdo Fusi

ospita i Maestri del Gusto e le eccellenze di Torino e provincia.

Via Po

per tutta la durata del Salone si trasforma nella Via del gelato e del miele. Un altro luogo storico della città, le sale di Aste Bolaffi, ospitano incontri di mixology mentre a Eataly Torino Lingotto si tengono i tradizionali Appuntamenti a tavola, la Scuola di cucina e la novità “Storie di Cuochi e di Cucina”.

Da non dimenticare i percorsi, le mostre e le proiezioni in luoghi unici come il Museo egizio, il Museo del cinema e le residenze reali appena fuori città.

Orari e biglietti

L’ingresso al Salone del Gusto 2016 è gratuito; gli unici eventi su prenotazione e a pagamento, sono i laboratori del gusto, la scuola di cucina, gli appuntamenti a tavola e alcuni laboratori didattici.

Orari di apertura degli eventi del Salone del Gusto 2016.

Per accedere al grande Mercato italiano ed internazionale e agli stands dei presìdi slow food gli orari sono dalle 10 alle 19.

Invece, per degustare i cibi di strada e le eccellenze dell’enoteca l’orario è dalle 12 alle 24 (il servizio chiude alle 23.30).

Lultimo giorno dell’evento, lunedì 26 settembre, tutte le attività in programma termineranno alle ore 19.

SALONE DEL GUSTO TORINO 2016

A Torino dal 22 al 26 settembre si tiene la nuova edizione di Terra Madre Salone del Gusto, targata Slow Food, uno dei più importanti appuntamenti internazionali dedicati alla cultura del cibo.

g190_home_sito_160428_ita

I 20 anni

Un’edizione particolare quella del Salone del Gusto 2016, in quanto si festeggiano i 20 anni dalla nascita della manifestazione ma anche i 30 anni di attività di SlowFood in Italia: per questi motivi quest’anno l’evento è aperto gratuitamente al pubblico e non ha più sede fissa al Lingotto ma coinvolge tutto il capoluogo piemontese con tanti appuntamenti, dal cibo al buon bere, che animeranno la città.

Per l’edizione 2016,

che vede la partecipazione di migliaia di espositori provenienti dai cinque continenti, è stato scelto un tema principale che riguarderà la Terra e prende infatti il titolo di “Voler bene alla terra”. Significa curarla, coltivarla, nel rispetto dell’ambiente. Significa essere produttori di un cibo sano, buono ma anche giusto perché generato nel rispetto delle persone e del futuro del pianeta.

Programma

Il programma è ricco di eventi enogastronomici, ma anche di proiezioni sul tema, conferenze ed incontri sul mondo dell’alimentazione. Previsti anche vari corsi di cucina, laboratori e la possibilità di assaggiare i prodotti locali e quelli delle cucine internazionali.

Due i punti focali di questa edizione del Salone del Gusto 2016: l’orto, primo e più semplice modo per amare la terra e produrre buoni frutti, e il vino: saranno infatti circa 900 le etichette che potranno essere degustate nella manifestazione.

Al grande mercato, allestito in ogni zona della città, prendono parte ben 800 espositori da 100 Paesi. Sono 180 i Presìdi Slow Food d’Italia e 150 quelli internazionali, con circa 900 etichette proposte in degustazione dall’Enoteca.

Per le vie del centro di Torino si trovano, invece, i vari laboratori del gusto dedicati al vino, alle regioni italiane, ai prodotti della terra e molto altro ancora.

Luoghi

Il cuore nevralgico dell’evento è il Parco del Valentino e il suo borgo medievale, che ospita i forum, il mercato e gli eventi per i più piccoli curati da Slow Food Educazione.

 
A Palazzo Reale

si parla di vini mentre

al teatro Carignano (sede anche delle conferenze) è protagonista il caffè.

Il Museo del risparmio ospita alcuni appuntamenti per bambini e famiglie per approfondire l’aspetto economico del cibo e capire come evitare gli sprechi. Al Circolo dei Lettori si possono approfondire alcune tematiche con i laboratori del gusto dedicati a prodotti più o meno esotici, dalla carne di canguro ai peperoncini.

Piazzale Valdo Fusi

ospita i Maestri del Gusto e le eccellenze di Torino e provincia.

Via Po

per tutta la durata del Salone si trasforma nella Via del gelato e del miele. Un altro luogo storico della città, le sale di Aste Bolaffi, ospitano incontri di mixology mentre a Eataly Torino Lingotto si tengono i tradizionali Appuntamenti a tavola, la Scuola di cucina e la novità “Storie di Cuochi e di Cucina”.

Da non dimenticare i percorsi, le mostre e le proiezioni in luoghi unici come il Museo egizio, il Museo del cinema e le residenze reali appena fuori città.

Orari e biglietti

L’ingresso al Salone del Gusto 2016 è gratuito; gli unici eventi su prenotazione e a pagamento, sono i laboratori del gusto, la scuola di cucina, gli appuntamenti a tavola e alcuni laboratori didattici.

Orari di apertura degli eventi del Salone del Gusto 2016.

Per accedere al grande Mercato italiano ed internazionale e agli stands dei presìdi slow food gli orari sono dalle 10 alle 19.

Invece, per degustare i cibi di strada e le eccellenze dell’enoteca l’orario è dalle 12 alle 24 (il servizio chiude alle 23.30).

Lultimo giorno dell’evento, lunedì 26 settembre, tutte le attività in programma termineranno alle ore 19.