CHI SIAMO

Search
Close this search box.

I migliori caffè del mondo!

NON ESISTE UN ELENCO UNIVERSALE DEI MIGLIORI CAFFÈ DEL MONDO PERCHÉ DIPENDE DALLE PREFERENZE INDIVIDUALI E DAI GUSTI PERSONALI. TUTTAVIA, ECCO ALCUNI DEI CAFFÈ PIÙ RINOMATI E APPREZZATI.

Difficile determinare oggettivamente quali sono i migliori caffè del mondo, perché dipende necessariamente dai gusti e dalle preferenze individuali. Tuttavia, alcuni dei caffè più famosi e apprezzati in tutto il mondo includono la Blue Mountain della Giamaica, il caffè colombiano della regione di Huila, l’etiope di Yirgacheffe, il brasiliano di Minas Gerais, il guatemalteco di Antigua e quello della regione di Tarrazú, in Costa Rica, tra gli altri. Ecco alcuni dei migliori caffè del mondo che meritano attenzione.

Il caffè colombiano della regione di Huila

Il caffè colombiano della regione di Huila è noto per la sua qualità superiore e il gusto unico. I chicchi di caffè coltivati in questa regione hanno caratteristiche distintive a causa dell’alta altitudine, del clima e dei terreni ricchi di sostanze nutritive. Le piante di caffè crescono ad altitudini fino a 2000 m, rallentando la crescita dei chicchi di caffè e dando un sapore più concentrato e più dolce. Quest’ultimo è anche famoso per la sua acidità dolce e il corpo moderatamente corposo, con note di cioccolato, caramello, noci e frutta. Gli agricoltori locali utilizzano spesso metodi sostenibili e rispettosi dell’ambiente, come l’agroforestazione e la fertilizzazione organica, per coltivare i loro chicchi di caffè. Grazie alla sua qualità superiore, il caffè colombiano della regione di Huila è molto apprezzato in tutto il mondo e viene spesso utilizzato in miscele di caffè di alta qualità.

Il caffè della regione della Yirgacheffe, Etiopia

Il caffè etiope della regione di Yirgacheffe è un caffè di specialità di alta qualità che viene coltivato nelle montagne della regione di Sidama, nel sud dell’Etiopia. Questo caffè è spesso considerato uno dei migliori caffè del mondo per il suo sapore unico e il suo aroma caratteristico. I chicchi di caffè di Yirgacheffe sono coltivati ad altitudini elevate, tra i 1.800 e i 2.200 m, in un clima tropicale e umido.

Gli agricoltori locali utilizzano spesso metodi di coltivazione tradizionali ed ecologici, come la coltivazione all’ombra e la fertilizzazione organica, per coltivare i loro semi. È noto per il suo profilo di sapore complesso e floreale, con note di gelsomino, lime, bacche e cioccolato fondente. Ha un’acidità vivace e rinfrescante, oltre a una finitura morbida e leggermente piccante.

Il Bourbon Pointu, Riunione

Il Bourbon Pointu è un caffè della Réunion che ha conquistato il mondo intero. Conosciuto anche come caffè Laurina, è una rara varietà di caffè Arabica che cresce esclusivamente sull’isola di Réunion, nell’Oceano Indiano. È definito «tagliente» a causa della forma tagliente dei suoi chicchi di caffè. Noto per la sua bassa acidità e il suo profilo di sapore unico, è spesso descritto come dolce, floreale, fruttato e leggermente di cioccolato.

I suoi chicchi sono coltivati ad altitudini elevate, generalmente tra 500 e 1500 m, in un clima tropicale e umido. La varietà viene anche coltivata in piccole quantità, rendendolo un caffè raro e costoso. Deve la sua reputazione anche al suo basso contenuto di caffeina rispetto ad altre varietà di caffè Arabica, che lo rende un’opzione interessante per le persone sensibili o per coloro che cercano di ridurre il loro consumo.

Il caffè della regione di Minas Gerais, Brasile

Il caffè brasiliano della regione di Minas Gerais è noto per essere dolce ed equilibrato, con note di noci e cioccolato. È anche spesso descritto come avere una leggera acidità e una consistenza cremosa. La regione di Minas Gerais è la più grande regione produttrice di caffè in Brasile ed è conosciuta per i suoi terreni fertili, il clima ideale e i metodi di coltivazione di alta qualità. Viene spesso utilizzato come base per le miscele di caffè a causa della sua qualità e profilo aromatico.

Foto © Steve McCurry

Il Black Ivory, in Tailandia

Il caffè Black Ivory è prodotto in Thailandia da chicchi di caffè che sono stati ingeriti da elefanti e poi recuperati dai loro escrementi. Questo metodo di produzione unico conferisce al caffè Black Ivory un profilo di sapore unico, con note di cioccolato, noci e frutta. Il processo di digestione degli elefanti elimina l’amarezza dei chicchi di caffè, dando una bevanda finale molto dolce e poco acida. Il caffè Black Ivory è anche raro e costoso a causa del metodo di produzione artigianale e della piccola quantità di chicchi di caffè prodotti.

Kona Coffee, Isole Hawaii

Il Kona Coffee è un caffè coltivato sulla costa occidentale dell’isola di Hawaii, nella regione di Kona. È rinomato per il suo profilo di sapore dolce e delicato, con note di noci, caramello e cioccolato. Il caffè Kona ha un’acidità media e una consistenza setosa in bocca. È coltivato in un ambiente unico con un suolo vulcanico ricco di minerali e un’altitudine moderata che crea un clima ideale per la crescita dei chicchi di caffè. Quest’ultimo è protetto da una legge che richiede che deve essere coltivato, trattato e tostato nella regione di Kona per portare la menzione Kona Coffee sulla sua etichetta.

 Blue Mountain, Giamaica

Il caffè Blue Mountain della Giamaica è un caffè di specialità coltivato nelle montagne della Giamaica, nella regione delle Blue Mountains. È considerato uno dei migliori caffè del mondo per il suo sapore dolce, equilibrato e poco acido, così come il suo aroma sottile. Il caffè Blue Mountain è coltivato ad altitudini elevate in terreni vulcanici ricchi di sostanze nutritive, che contribuiscono al suo sapore distintivo. Viene anche prodotto in quantità limitate, il che lo rende un caffè relativamente costoso e apprezzato dagli intenditori. Il caffè Blue Mountain è protetto da una denominazione di origine controllata, il che significa che solo i caffè coltivati nelle regioni delle Blue Mountains della Giamaica possono essere etichettati come caffè Blue Mountain.

Kopi Luwak, Indonesia

Il caffè Kopi Luwak è un caffè prodotto in Indonesia da chicchi di caffè che sono stati ingeriti da un piccolo animale chiamato Luwak, noto anche come zibetto palmista. Gli zibetti selezionano le ciliegie di caffè più mature e le mangiano, ma i chicchi di caffè non vengono digeriti e vengono eliminati nei loro escrementi. I produttori di caffè poi raccolgono questi rifiuti, puliscono e tostano i chicchi di caffè per produrre il caffè Kopi Luwak. Questo metodo di produzione unico conferisce al caffè un profilo di sapore unico, con note terrose e dolci, bassa acidità e consistenza setosa. Il caffè Kopi Luwak è raro e costoso a causa del metodo di produzione artigianale e della piccola quantità di chicchi di caffè prodotti.

Arabica Typica, Martinica

Dobbiamo andare in Martinica per rintracciare il caffè. Dal lato di Morne-Rouge e di Fonds-Saint-Denis, sui pendii della montagna Pelée incappucciata di nuvole, i terreni ricchi, l’altitudine e l’umidità formano un terreno ideale per la coltivazione delle piante di caffè. È su queste terre fertili che, dopo quattro anni di intense ricerche, è stata rinvenuta una sola pianta di Arabica Typica su 4.000 campioni prelevati. Originario dell’Etiopia, l’Arabica Typica arriva in Europa nel XVII secolo nei bagagli degli olandesi, ma è nel 1721 che Gabriel de Clieu, un nobile normanno, lo introduce nelle Antille. Rapidamente, l’innesto prende e la coltura si espande. Ma dalla fine del XVIII secolo, la canna da zucchero, più redditizia e facile da produrre, prende il sopravvento sulla coltivazione del caffè. Al momento, le piante di Arabica Typica sono ancora modeste.

Situato nella sua fattoria su un piccolo altopiano verde, il principale produttore, a Le Morne-Rouge, cura i suoi 2,5 ettari di alberi di caffè a fianco di 26 ettari di guaiava. Purtroppo, non è così facile oggi avere accesso a una buona tazza di Arabica Typica, anche se la filiera è accompagnata da uno dei leader mondiali del mercato, JDE (Jacobs Douwe Egberts). Con il suo marchio Jacques Vabre, quest’ultimo ha già venduto i primi sacchetti tostati sull’isola; una serie limitata è stata anche commercializzata alla fine del 2021 al Bon Marché a Parigi.

I migliori caffè del mondo!

NON ESISTE UN ELENCO UNIVERSALE DEI MIGLIORI CAFFÈ DEL MONDO PERCHÉ DIPENDE DALLE PREFERENZE INDIVIDUALI E DAI GUSTI PERSONALI. TUTTAVIA, ECCO ALCUNI DEI CAFFÈ PIÙ RINOMATI E APPREZZATI.

Difficile determinare oggettivamente quali sono i migliori caffè del mondo, perché dipende necessariamente dai gusti e dalle preferenze individuali. Tuttavia, alcuni dei caffè più famosi e apprezzati in tutto il mondo includono la Blue Mountain della Giamaica, il caffè colombiano della regione di Huila, l’etiope di Yirgacheffe, il brasiliano di Minas Gerais, il guatemalteco di Antigua e quello della regione di Tarrazú, in Costa Rica, tra gli altri. Ecco alcuni dei migliori caffè del mondo che meritano attenzione.

Il caffè colombiano della regione di Huila

Il caffè colombiano della regione di Huila è noto per la sua qualità superiore e il gusto unico. I chicchi di caffè coltivati in questa regione hanno caratteristiche distintive a causa dell’alta altitudine, del clima e dei terreni ricchi di sostanze nutritive. Le piante di caffè crescono ad altitudini fino a 2000 m, rallentando la crescita dei chicchi di caffè e dando un sapore più concentrato e più dolce. Quest’ultimo è anche famoso per la sua acidità dolce e il corpo moderatamente corposo, con note di cioccolato, caramello, noci e frutta. Gli agricoltori locali utilizzano spesso metodi sostenibili e rispettosi dell’ambiente, come l’agroforestazione e la fertilizzazione organica, per coltivare i loro chicchi di caffè. Grazie alla sua qualità superiore, il caffè colombiano della regione di Huila è molto apprezzato in tutto il mondo e viene spesso utilizzato in miscele di caffè di alta qualità.

Il caffè della regione della Yirgacheffe, Etiopia

Il caffè etiope della regione di Yirgacheffe è un caffè di specialità di alta qualità che viene coltivato nelle montagne della regione di Sidama, nel sud dell’Etiopia. Questo caffè è spesso considerato uno dei migliori caffè del mondo per il suo sapore unico e il suo aroma caratteristico. I chicchi di caffè di Yirgacheffe sono coltivati ad altitudini elevate, tra i 1.800 e i 2.200 m, in un clima tropicale e umido.

Gli agricoltori locali utilizzano spesso metodi di coltivazione tradizionali ed ecologici, come la coltivazione all’ombra e la fertilizzazione organica, per coltivare i loro semi. È noto per il suo profilo di sapore complesso e floreale, con note di gelsomino, lime, bacche e cioccolato fondente. Ha un’acidità vivace e rinfrescante, oltre a una finitura morbida e leggermente piccante.

Il Bourbon Pointu, Riunione

Il Bourbon Pointu è un caffè della Réunion che ha conquistato il mondo intero. Conosciuto anche come caffè Laurina, è una rara varietà di caffè Arabica che cresce esclusivamente sull’isola di Réunion, nell’Oceano Indiano. È definito «tagliente» a causa della forma tagliente dei suoi chicchi di caffè. Noto per la sua bassa acidità e il suo profilo di sapore unico, è spesso descritto come dolce, floreale, fruttato e leggermente di cioccolato.

I suoi chicchi sono coltivati ad altitudini elevate, generalmente tra 500 e 1500 m, in un clima tropicale e umido. La varietà viene anche coltivata in piccole quantità, rendendolo un caffè raro e costoso. Deve la sua reputazione anche al suo basso contenuto di caffeina rispetto ad altre varietà di caffè Arabica, che lo rende un’opzione interessante per le persone sensibili o per coloro che cercano di ridurre il loro consumo.

Il caffè della regione di Minas Gerais, Brasile

Il caffè brasiliano della regione di Minas Gerais è noto per essere dolce ed equilibrato, con note di noci e cioccolato. È anche spesso descritto come avere una leggera acidità e una consistenza cremosa. La regione di Minas Gerais è la più grande regione produttrice di caffè in Brasile ed è conosciuta per i suoi terreni fertili, il clima ideale e i metodi di coltivazione di alta qualità. Viene spesso utilizzato come base per le miscele di caffè a causa della sua qualità e profilo aromatico.

Foto © Steve McCurry

Il Black Ivory, in Tailandia

Il caffè Black Ivory è prodotto in Thailandia da chicchi di caffè che sono stati ingeriti da elefanti e poi recuperati dai loro escrementi. Questo metodo di produzione unico conferisce al caffè Black Ivory un profilo di sapore unico, con note di cioccolato, noci e frutta. Il processo di digestione degli elefanti elimina l’amarezza dei chicchi di caffè, dando una bevanda finale molto dolce e poco acida. Il caffè Black Ivory è anche raro e costoso a causa del metodo di produzione artigianale e della piccola quantità di chicchi di caffè prodotti.

Kona Coffee, Isole Hawaii

Il Kona Coffee è un caffè coltivato sulla costa occidentale dell’isola di Hawaii, nella regione di Kona. È rinomato per il suo profilo di sapore dolce e delicato, con note di noci, caramello e cioccolato. Il caffè Kona ha un’acidità media e una consistenza setosa in bocca. È coltivato in un ambiente unico con un suolo vulcanico ricco di minerali e un’altitudine moderata che crea un clima ideale per la crescita dei chicchi di caffè. Quest’ultimo è protetto da una legge che richiede che deve essere coltivato, trattato e tostato nella regione di Kona per portare la menzione Kona Coffee sulla sua etichetta.

 Blue Mountain, Giamaica

Il caffè Blue Mountain della Giamaica è un caffè di specialità coltivato nelle montagne della Giamaica, nella regione delle Blue Mountains. È considerato uno dei migliori caffè del mondo per il suo sapore dolce, equilibrato e poco acido, così come il suo aroma sottile. Il caffè Blue Mountain è coltivato ad altitudini elevate in terreni vulcanici ricchi di sostanze nutritive, che contribuiscono al suo sapore distintivo. Viene anche prodotto in quantità limitate, il che lo rende un caffè relativamente costoso e apprezzato dagli intenditori. Il caffè Blue Mountain è protetto da una denominazione di origine controllata, il che significa che solo i caffè coltivati nelle regioni delle Blue Mountains della Giamaica possono essere etichettati come caffè Blue Mountain.

Kopi Luwak, Indonesia

Il caffè Kopi Luwak è un caffè prodotto in Indonesia da chicchi di caffè che sono stati ingeriti da un piccolo animale chiamato Luwak, noto anche come zibetto palmista. Gli zibetti selezionano le ciliegie di caffè più mature e le mangiano, ma i chicchi di caffè non vengono digeriti e vengono eliminati nei loro escrementi. I produttori di caffè poi raccolgono questi rifiuti, puliscono e tostano i chicchi di caffè per produrre il caffè Kopi Luwak. Questo metodo di produzione unico conferisce al caffè un profilo di sapore unico, con note terrose e dolci, bassa acidità e consistenza setosa. Il caffè Kopi Luwak è raro e costoso a causa del metodo di produzione artigianale e della piccola quantità di chicchi di caffè prodotti.

Arabica Typica, Martinica

Dobbiamo andare in Martinica per rintracciare il caffè. Dal lato di Morne-Rouge e di Fonds-Saint-Denis, sui pendii della montagna Pelée incappucciata di nuvole, i terreni ricchi, l’altitudine e l’umidità formano un terreno ideale per la coltivazione delle piante di caffè. È su queste terre fertili che, dopo quattro anni di intense ricerche, è stata rinvenuta una sola pianta di Arabica Typica su 4.000 campioni prelevati. Originario dell’Etiopia, l’Arabica Typica arriva in Europa nel XVII secolo nei bagagli degli olandesi, ma è nel 1721 che Gabriel de Clieu, un nobile normanno, lo introduce nelle Antille. Rapidamente, l’innesto prende e la coltura si espande. Ma dalla fine del XVIII secolo, la canna da zucchero, più redditizia e facile da produrre, prende il sopravvento sulla coltivazione del caffè. Al momento, le piante di Arabica Typica sono ancora modeste.

Situato nella sua fattoria su un piccolo altopiano verde, il principale produttore, a Le Morne-Rouge, cura i suoi 2,5 ettari di alberi di caffè a fianco di 26 ettari di guaiava. Purtroppo, non è così facile oggi avere accesso a una buona tazza di Arabica Typica, anche se la filiera è accompagnata da uno dei leader mondiali del mercato, JDE (Jacobs Douwe Egberts). Con il suo marchio Jacques Vabre, quest’ultimo ha già venduto i primi sacchetti tostati sull’isola; una serie limitata è stata anche commercializzata alla fine del 2021 al Bon Marché a Parigi.