CHI SIAMO

Search
Close this search box.

Gucci Croisière 2025«Avremo sempre Londra»

Per la sfilata Croisière 2025, che si è tenuta presso il Museum of Modern Art di Londra, la Maison esplora il suo profondo legame con questa iconica città.

Nel 1897, Guccio Gucci, il futuro fondatore della Maison, si trasferì a Londra come portiere all’Hotel Savoy. Ispirato dal dinamismo della capitale britannica, è tornato a Firenze con la visione di aprire una boutique specializzata in articoli da viaggio. La sua ambizione era quella di raccontare, attraverso il suo bagaglio, uno stile di vita innovativo. Più di un secolo dopo, Londra rimane un crocevia culturale strettamente legato alla storia della Maison, dove continua la ricerca perpetua dell’esplorazione di sé, costellata di riferimenti agli elementi provenienti dagli archivi che inseriscono la narrazione nella sua ricca eredità.

Una collezione che esplora la preziosa eredità della casa per riappropriarsi della quintessenza, dove i riferimenti abbondano per offrire un racconto grandioso. Un pizzico di chic anni ’70: le camicie sono ampie e svasate, i jeans sono in stile boyfriend e il camoscio marrone evoca irresistibilmente il desiderio di fuggire in furgone sulla costa occidentale per l’estate. Ammiccando ai ruggenti anni Venti con magnifici pezzi di perle ricamate che chiamano a scatenarsi sulla pista da ballo, emerge il culmine del minimalismo degli anni Novanta con lunghi abiti asimmetrici in bianco e nero. Poi una successione di giacche e cappotti degli anni ’60, con tagli sublimi e stampe a quadri o in pelle monocromatica.

La collezione si conclude con delicati abiti da sera dalle leggere sfumature primaverili, plissettati e decorati con stampe. E per non ingelosire, due di loro sono accessoriate di Bombers oversized in pelle, l’occhiolino all’emergere dello streetwear degli anni 2000. Viaggio nel tempo e/o racconto non esaustivo di un potente patrimonio culturale, Sabata de Sarno racconta la storia dell’iconica maison Gucci per meglio appropriarsi dei suoi codici e del suo linguaggio. Una collezione Croisière che ravviva i ricordi e chiede solo di crearne molti altri.

Gucci Croisière 2025«Avremo sempre Londra»

Per la sfilata Croisière 2025, che si è tenuta presso il Museum of Modern Art di Londra, la Maison esplora il suo profondo legame con questa iconica città.

Nel 1897, Guccio Gucci, il futuro fondatore della Maison, si trasferì a Londra come portiere all’Hotel Savoy. Ispirato dal dinamismo della capitale britannica, è tornato a Firenze con la visione di aprire una boutique specializzata in articoli da viaggio. La sua ambizione era quella di raccontare, attraverso il suo bagaglio, uno stile di vita innovativo. Più di un secolo dopo, Londra rimane un crocevia culturale strettamente legato alla storia della Maison, dove continua la ricerca perpetua dell’esplorazione di sé, costellata di riferimenti agli elementi provenienti dagli archivi che inseriscono la narrazione nella sua ricca eredità.

Una collezione che esplora la preziosa eredità della casa per riappropriarsi della quintessenza, dove i riferimenti abbondano per offrire un racconto grandioso. Un pizzico di chic anni ’70: le camicie sono ampie e svasate, i jeans sono in stile boyfriend e il camoscio marrone evoca irresistibilmente il desiderio di fuggire in furgone sulla costa occidentale per l’estate. Ammiccando ai ruggenti anni Venti con magnifici pezzi di perle ricamate che chiamano a scatenarsi sulla pista da ballo, emerge il culmine del minimalismo degli anni Novanta con lunghi abiti asimmetrici in bianco e nero. Poi una successione di giacche e cappotti degli anni ’60, con tagli sublimi e stampe a quadri o in pelle monocromatica.

La collezione si conclude con delicati abiti da sera dalle leggere sfumature primaverili, plissettati e decorati con stampe. E per non ingelosire, due di loro sono accessoriate di Bombers oversized in pelle, l’occhiolino all’emergere dello streetwear degli anni 2000. Viaggio nel tempo e/o racconto non esaustivo di un potente patrimonio culturale, Sabata de Sarno racconta la storia dell’iconica maison Gucci per meglio appropriarsi dei suoi codici e del suo linguaggio. Una collezione Croisière che ravviva i ricordi e chiede solo di crearne molti altri.